Giornata di clamorosi annunci in Formula Uno. I protagonisti delle notizie odierne sono Kimi Raikkonen e Charlses Leclerc. Il primo abbandona la Ferrari dopo otto stagioni non continuative. Con Maranello, nel 2007, il finlandese ha vinto un inaspettato titolo mondiale. Che ad oggi resta l’unico della sua carriera.
Il secondo, come da copione, si accomoda al volante della Rossa per la prossima
stagione.

Riallocazione svizzera.

La sensazione che Raikkonen potesse dire addio alla Ferrari si era fatta concreta proprio nel week end del Gran Premio di Monza, disputatosi la scorsa settimana. Lo stesso atteggiamento del pilota – che si è dimostrato tutt’altro che accomodante nei confronti di Sebastian Vettel sia alla Prima Variante che alla Roggia – pareva confermare che qualcosa si fosse spezzato del rapporto tra il finlandese e il suo team.

E’ una nota ufficiale della Ferrari a firma del team principal Maurizio Arrivabene che chiude  la stagione rossa del poliedrico driver di Espoo che ha intervallato la sua carriera in F1 con esperienze non troppo esaltanti sia in Nascar che nel mondo dei rally.

La Scuderia Ferrari comunica che, alla fine della stagione 2018, Kimi Raikkonen lascerà il suo ruolo attuale. Durante questi anni, Kimi ha dato alla squadra un contributo fondamentale, sia in qualità di pilota, sia per le sue doti umane. Il suo ruolo è stato decisivo per la crescita del team e, al tempo stesso, è sempre stato un grande uomo-squadra. In qualità di campione del mondo, rimarrà sempre nella storia e nella famiglia della Scuderia. Per tutto questo lo ringraziamo e auguriamo a lui e alla sua famiglia un futuro pieno di soddisfazioni“.

Ma il trentanovenne finnico sente ancora di poter dare qualcosa al mondo dell’automobilismo. E, poco dopo il dispaccio diramato dall’ufficio stampa Ferrari, ecco la sorpresa. Con una foto sul proprio profilo ufficiale Instagram è lo stesso Raikkonen a dare l’annuncio del suo nuovo legame, per le prossime due stagioni, con la Sauber Alfa Romeo per la quale aveva già corso, debuttando nella massima serie, nel 2001. Kimi segue Simone Resta, uno dei padri della SF71H, nel team elvetico. Cosa che sancisce ulteriormente il legame tra Maranello e la scuderia di Hinwil che si è a tutti gli effetti trasformata in una sorta di satellite.


Arriva Charles Leclerc
.

Non si è fatta attendere troppo la conferma di quanto ormai era chiaro da giorni: Charles Leclerc affiancherà Sebastian Vettel completando la line-up piloti Ferrari per la stagione ventura. E’ il talento monegasco in persona a darne notizia con un “cinguettio” sul suo profilo Twitter:

A corroborare il comunicato del ventenne campione in carica della F2 è arrivata anche una scarna nota della Ferrari:

Scuderia Ferrari comunica che, nella prossima stagione agonistica di Formula 1, Charles Leclerc affiancherà Sebastian Vettel nel ruolo di pilota ufficiale“.

 

Con il doppio annuncio odierno si chiude quindi una lunga telenovela che, a dirla tutta, in Ferrari non hanno gestito nel migliore dei modi, soprattutto da un punto di vista mediatico. In ogni caso il non totale abbandono di Raikkonen dal mondo ferrarista dovrebbe far tirare un sospiro di sollievo a Sebastian Vettel che potrebbe – e dovrebbe – avere un compagno fedele nelle ultime sette gare nelle quali si giocherà il mondiale 2018. In attesa di un 2019 che sarà un banco di prova per le abilità di guida di Leclerc, catapultato nell’elite del motorsport dopo un unico (e positivo) anno di apprendistato in una squadra di rango medio-basso – e per la tenuta mentale dello stesso Vettel che ha sempre sofferto piloti di un certo spessore.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here